Porte aperte alla centrale di Prestone

Porte aperte alla centrale di Prestone

Info

31/07/2022

Prestone

Campodolcino


Descrizione

100 anni fa iniziarono infatti i lavori del primo impianto della valle e della sua maggiore opera di presa: la traversa fluviale di Prestone. I lavori per la realizzazione dello sbarramento sul torrente Liro nella piana Campodolcino durarono solo 3 anni.
Grazie ai sacrifici di molti uomini, alla loro caparbietà e all’orgoglio della gente di montagna, anche la Valchiavenna conobbe i grandi impianti idroelettrici che, così come in tutto l’arco alpino, oltre a dare occupazione, valorizzarono l’ambiente tanto da diventare, in alcuni casi, parte integrante del paesaggio. La società si trasformò con l’arte dei “nuovi mestieri’’, quelli appunto legati a questi all’industria dell’energia. Dopo poco più di 20 anni lo schema di utilizzazione idroelettrica dell’alta Valle Spluga prese ulteriormente forma con l’entrata in servizio degli impianti di Prestone nel 1953 (Liro III) e Isolato Spluga l’anno successivo (Liro I). Nel 1964, infine, con l’entrata in servizio della centrale di Isolato-Madesimo (Liro II) si completò l’originario disegno di utilizzazione integrale e virtuosa delle forze idrauliche della Val San Giacomo.
Le acque cristalline del Liro in Valle Spluga e del Mera in Val Bregaglia forniscono un rilevante contributo di energia pulita autoctona, capace di soddisfare oltre trecentomila famiglie e utenze industriali; energia idroelettrica che riveste oggi, ancor più di ieri, un ruolo importantissimo ed essenziale nel panorama energetico italiano ed europeo sia per quantità (la fonte idrica copre circa il 40% delle fonti rinnovabili) che per qualità (le dighe e gli invasi rendono l’energia idroelettrica programmabile e capace di erogare servizi indispensabili per la sicurezza e la stabilità della rete elettrica).

A fine luglio, in collaborazione con l’Amministrazione di Campodolcino e il Consorzio turistico Valchiavenna è in programma un inedito weekend nel quale sarà possibile scoprire da vicino come si produce energia verde dalle nostre montagne. L’impianto di Prestone, recentemente ammodernato, aprirà le porte al pubblico. Grazie alle visite guidate con i tecnici A2A i visitatori avranno la possibilità di scoprire un luogo dove natura e tecnologia si incontrano per fornire l’energia rinnovabile più importante del paese e conoscere da vicino un patrimonio infrastrutturale strategico.

Le visite guidate gratuite riguarderanno la traversa fluviale e la centrale di produzione, entrambe recentemente coinvolte in un importante piano di manutenzione e sviluppo. Una mostra fotografica proietterà i visitatori indietro nel tempo, portandoli a scoprire le principali parti dell’impianto all’epoca della costruzione: la diga di Isola, la centrale di Prestone e appunto la traversa. Mantenere viva la storia e i rapporti con la Comunità, in particolare nei territori idroelettrici, costituiscono le fondamenta su cui costruire le attuali sfide della transazione energetica.

Le visite guidate all’interno della diga saranno solo su prenotazione, a breve tutti i dettagli sul sito.


Contatti

Infopoint Campodolcino


 campodolcino@valtellina.it

 +39 034350611


Categorie

  • Cultura

  • Natura e paesaggi